NON DARE NESSUNA POSSIBILITÀ A FUOCO E FUMO

 
 
 

Tutti sanno che il fuoco uccide. Ma sapevate che il maggior numero di vittime è causato dalla rapida propagazione di fumo e gas combusti tossici? Nel 70% dei casi si rischia la vita per intossicazione da fumo e inalazione di fumi tossici. Questi ultimi sono pericolosi perché riducono la visibilità, contengono sostanze tossiche e trasmettono calore. Con almeno 5.000 incendi che si verificano ogni giorno in Europa, la sicurezza antincendio negli edifici è una questione fondamentale della società intera. 


Alcuni esempi

‘It hurts to lose everything’: Huge fire in Manhattan displaces dozens
18.11.2017

London, Grenfell: Union 'shocked' by Sky News findings
04.08.2017  - extra info

Dubai's Torch Tower catches fire – again
03.08.2017  - extra info

Rivelatori di fumo, dispositivi di controllo, allarmi e sistemi sprinkler sono utili ma non sono in grado di prevenire la rapida diffusione di fiamme e fumo. La soluzione di isolamento FOAMGLAS® invece sì. L’uso di materiale incombustibile migliora notevolmente la sicurezza antincendio di un edificio. Questo materiale non produce gas tossici e fumi caldi e contribuisce a prevenire la rapida propagazione dell’incendio attraverso l’involucro dell’edificio. In questo modo, gli occupanti hanno più tempo per mettersi in sicurezza e i vigili del fuoco potranno salvare più vite umane e in generale, l’edificio stesso.
 
 
 

 

PROTEZIONE ANTINCENDIO: È UN DOVERE DI TUTTI NOI

Prendetevi un momento per riflettere su tutte le conseguenze di un incendio e sulla responsabilità dell’industria della costruzioni che dovrebbe prevenirlo. 

Responsabilità sociale

Gli standard di protezione antincendio inadeguati e i metodi di test superati hanno portato a 2 milioni il numero degli incendi e a 4'000 il numero di morti segnalati ogni anno in Europa. Le persone meritano di meglio.

Usando materiali infiammabili in soli tre minuti un incendio si estende all’intera stanza. Un isolante incombustibile può far guadagnare tempo prezioso.

Il fuoco sprigiona fumo e gas tossici. 14 tipi di cancro colpiscono più i vigili del fuoco che le persone comuni. 

Dopo ogni incendio i fumi tossici inquinano l’aria, mentre l’acqua utilizzata per spegnere le fiamme, contaminata da sostanze tossiche, penetra nel suolo e finisce nei fiumi. Questo inquina l’ambiente.

Responsabilità per la salute e la sicurezza

I materiali organici riscaldati subiscono una decomposizione termica e rilasciano gas infiammabili. In soli 10 minuti danno origine ad un incendio di vaste proporzioni. 
Già poche inalazioni di gas tossici da combustione provocano la perdita della coscienza. Ogni anno in Europa vengono ricoverate 70'000 persone vittime di lesioni dovute ad incendi.

La rapida formazione di fumo riduce la visibilità e provoca disorientamento e problemi respiratori. In meno di tre minuti, le persone coinvolte possono trovarsi in grave pericolo.

 
Passiamo il 90% della nostra vita all’interno di edifici. Costruiamoli in modo che siano a prova d’incendio. In particolare i grattacieli, gli ospedali, le scuole, le strutture ospedaliere e tutti i luoghi pubblici meritano un’attenzione particolare.

Responsabilità finanziaria

126 miliardi di Euro – l’equivalente dell’1% del PIL europeo – si spendono in Europa ogni anno per le conseguenze degli incendi.

I danni provocati dal fumo e dall’acqua di estinzione, così come lo smaltimento dei residui d’incendio, comportano ogni anno spese enormi. Inoltre, se la possibilità di utilizzare l’edificio per la produzione di beni o altri scopi risulta compromessa, i costi sono destinati a crescere ancora di più. 

Rischio di fallimento Oltre il 70% delle imprese colpite da un incendio non sopravvive nei 3 anni successivi.
 
Spesso, dopo un incendio, pregevoli edifici di grande valore storico e architettonico vanno irrimediabilmente perduti.
 
 


Un buon materiale isolante offre molto di più dei benefici termici. Esso svolge un ruolo cruciale per quanto riguarda la sicurezza antincendio dell’edificio e garantisce la massima tranquillità.  

 
 

L’ISOLAMENTO CON FOAMGLAS® INCREMENTA IL LIVELLO DI SICUREZZA CONTRO IL FUOCO DELL’INTERO INVOLUCRO DELL’EDIFICIO

Da decenni il business dell’isolamento FOAMGLAS® promuove sul mercato l’ utilizzo di isolanti non combustibili nel settore delle costruzioni a livello globale. A differenza di altri materiali presenti all’interno dell’edificio, che possono contribuire alla rapida propagazione dell’incendio e rilasciano gas combusti altamente tossici, le lastre FOAMGLAS® sono conformi alla classificazione di reazione al fuoco A1 - la più esigente della rispettiva norma europea - e fungono da barriera, limitando l’incendio localmente.

 
 
 
 
  • Le lastre in vetro cellulare FOAMGLAS® sono incombustibili e classificate A1 [EN 13501-1], la più elevata classe di reazione al fuoco ottenibile a livello europeo 
  • In caso d’incendio, le lastre FOAMGLAS® non producono fumo o gas tossici da combustione
  • Le lastre FOAMGLAS® non producono fumo denso che potrebbe ostruire una via di fuga
  • Le lastre FOAMGLAS® non producono gocciolamento da combustione che potrebbe risultare pericoloso per le persone all’interno dell’edificio o in fase di evacuazione
  • Le lastre FOAMGLAS® offrono una protezione antincendio superiore. Per ogni spessore di 50mm, l’isolante FOAMGLAS® offre 30 minuti di resistenza al fuoco aggiuntiva (REI)
  • Le lastre FOAMGLAS® hanno un punto di fusione superiore a 1000 °C (cfr. DIN 4102-17, con spessore > 80 mm)
 
 
 
 


UTILIZZA L’ISOLANTE INCOMBUSTIBILE  FOAMGLAS®

 
 


Effetto Melt Shield

In caso d’incendio, la superficie FOAMGLAS® agisce come uno scudo termico, grazie al cosiddetto effetto ‘melt shield’ (schermo fuso). Quando viene esposta alle fiamme, la superficie viene ‘vetrificata’ a causa dell’enorme quantità di calore, formando così una barriera protettiva. Tutti i materiali dietro la “schermatura termica” non vengono danneggiati.
 
 
 
 
 
 

 
 

Punto di fusione > 1.000 °C

Il test del punto di fusione dimostra che dopo 90 minuti a temperature superiori a 1.000 °C, è ancora presente una quantità considerevole di materiale residuo. Ciò conferma la straordinaria protezione offerta dal vetro cellulare FOAMGLAS® (DIN 4102-17 - spessore > 80 mm)

>> Risultati del test 1
 
 
 
 

 

Classificazione A1
Le lastre in vetro cellulareFOAMGLAS® sono classificate A1 [EN 13501-1], ovvero ‘non combustibili’. Si tratta della più elevata classe di reazione al fuoco ottenibile a livello europeo.

>> Informazioni certificato A1

 
 

 

Fire Safe Europe (FSEU - Europa protetta dagli incendi)
FOAMGLAS® è membro della FSEU. Ogni giorno, i nostri esperti collaborano con la FSEU impegnandosi al massimo per promuovere azioni di sensibilizzazione sulla sicurezza antincendio negli edifici.

>> Maggiori informazioni su FSEU

 
 
 
 

 

TESTIMONIAL “CENTRO FUNIVIARIO” DI NAUDERS 

Il centro funiviario di Nauders, in Austria, è stato ampliato nell’estate 2015. Solo alcune settimane prima della data di ultimazione prevista, i lavori di saldatura hanno provocato un incendio nel tetto. Nonostante la rapida reazione dei vigili del fuoco, ampie porzioni della copertura superiore sono andate distrutte nelle fiamme. Durante le operazioni di spegnimento, l’acqua è penetrata anche nel piano interrato dove si trovavano il magazzino e i registratori di cassa.
 
 
 
 
  • Le aree in cui era presente il sistema di isolamento interno FOAMGLAS® non hanno subito danni dovuti al fuoco o all’acqua.
  • Dopo l’audit, gli esperti hanno attestato quanto segue: l’intero involucro realizzato con il sistema di isolamento interno FOAMGLAS® era rimasto indenne e le pareti richiedevano soltanto una nuova mano di vernice. Il sistema FOAMGLAS® ad incollagio compatto aveva protetto efficacemente l’intero involucro dell’edificio.
  • I danni sono stati minimi e la protezione offerta dal sistema di isolamento FOAMGLAS® ha consentito di risparmiare sui costi.
  • Considerevole risparmio di tempo: Nonostante i danni causati dal fuoco e dall’acqua, il sistema di isolamento interno FOAMGLAS® ha contribuito al completamento del progetto nei tempi stabiliti, completato in tempo all’inizio di dicembre 2015.
 
 
 
 

 

VIDEO  

Guarda le testimonianze dell’architetto e dell’investitore su questo incendio.